Home Estero Ucraina. I russi catturano un soldato e chiedono alla madre 5mila euro...

Ucraina. I russi catturano un soldato e chiedono alla madre 5mila euro di riscatto, o verrà giustiziato

0
91

AgenPress – I soldati russi hanno chiesto un riscatto di 5.000 euro per salvare la vita di un combattente ucraino catturato.

Lo ha detto Mykhailo Podolyak, collaboratore di Zelensky, accusando i soldati russi di comportarsi come “militari dell’Isis”.

Il giovane di Mariupol è Aleksey Antonovich Novikov. Dice di essere stato catturato sabato ed è un soldato della 109a brigata della difesa territoriale della regione di Donetsk.

Il prigioniero sembra essere rinchiuso in una squallida capanna, ma il soldato russo che avrebbe filmato il video costringe il giovane a indicare due bottiglie di Pepsi e acqua sul tavolo accanto a lui. “Come vieni trattato?” chiede il soldato . “Bene”, borbotta Novikov. “Ho cibo, acqua e un gabinetto.”

Podolyak ha detto che il video era stato inviato dalle truppe russe alla madre di Novikov con una richiesta di riscatto. “Chiedono 5.000 euro e minacciano che il prossimo video che riceverà sarà l’esecuzione di suo figlio. I soldati russi sono sempre più simili ai militanti dell’Isis. La Russia deve essere riconosciuta come uno stato terrorista”.

I soldati russi sono stati accusati di crimini di guerra per il trattamento riservato ai prigionieri. A Bucha, civili ucraini sono stati trovati colpiti da colpi di arma da fuoco con le mani legate dietro la schiena. Le chiamate intercettate rilasciate dai servizi di sicurezza ucraini hanno anche documentato conversazioni in cui i comandanti russi hanno ordinato alle loro truppe di uccidere i prigionieri.