Ucraina. I soldati russi hanno lasciato mine ovunque, anche nelle lavatrici e in altri oggetti

- Advertisement -

AgenPress – Il capo dell’amministrazione militare regionale di Kiev, Oleksandr Pavliuk, ha affermato che era troppo presto perché i residenti tornassero nei territori occupati e la data più realistica per il ritorno è ora la fine di maggio.

“Sconsigliamo alle persone di tornare nelle aree occupate in questo momento, perché prima di tutto si tratta di un pericolo di mina lasciato dagli occupanti – dove non sono esplosi munizioni e campi minati. Ci stiamo lavorando costantemente. Altre aree ci aiutano a molto”. 

- Advertisement -

I soldati russi prima di ritirarsi dalle città ucraine, hanno lasciato una serie di trappole nelle case, inclusi esplosivi nelle lavatrici.

“In tutti i posti dove gli occupanti hanno trascorso la notte, hanno installato trappole, la popolazione trova esplosivi anche nelle case dove vivono agenti di polizia, soccorritori e militari”, ha reso noto il ministero dell’interno ucraino Denys Monastyrsky, come riporta Ukrinform.

“Sono stati trovati esplosivi alle porte o addirittura dentro le lavatrici, mentre molte auto sono state minate. La minaccia delle mine è ancora molta alta, ha avvertito il ministro che invitato i cittadini a non rientrare fino a quando gli artificieri non avranno compiuto lo sminamento”

- Advertisement -

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati