Ucraina. Il mondo non può far fronte a molteplici carestie. Il grano rischia di marcire nei silos

- Advertisement -

AgenPress – Più di 345 milioni di persone in tutto il mondo stanno affrontando “livelli acuti di insicurezza alimentare” mentre la guerra in Ucraina si avvicina al quinto mese.

Lo rileva il Programma alimentare mondiale (WFP).

- Advertisement -

La guerra in corso, combinata con l’aumento dei prezzi globali del carburante e le ricadute della pandemia di Covid, ha sollevato in modo significativo l’imminente minaccia di carestia in tutto il mondo.

Gran parte delle esportazioni di grano dell’Ucraina rischiano di marcire nei magazzini locali mentre i russi continuano il blocco dei porti ucraini sul Mar Nero.

La situazione è ulteriormente esacerbata dalle sanzioni sulle esportazioni di fertilizzanti russi, che probabilmente avranno un forte impatto sulla produzione alimentare in futuro.

- Advertisement -

“Siamo straordinariamente preoccupati. Stiamo affrontando la crisi della tripla F: cibo, carburante e fertilizzanti”, ha detto  Matthew Hollingworth, coordinatore delle emergenze per il WFP in Ucraina.

“L’anno prossimo… potremmo non solo avere un problema di accesso al cibo, ma anche un problema di disponibilità di cibo”, dice – poiché i paesi, che già non possono permettersi di importare cibo, lottano per produrre i propri raccolti senza fertilizzanti.

“Spero che il buon senso possa prevalere e riconoscere che il costo umano di questa guerra va ben oltre i confini dell’Ucraina. Deve esserci una comprensione che a livello globale il mondo non può far fronte a molteplici carestie nel 2022 e nel 2023. “Il costo umano è troppo grande”. 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati