Ucraina. La NATO aumenterà le forze ben oltre 300mila unità. Se Putin attacca risponderemo

- Advertisement -

AgenPress – La NATO rafforzerà i suoi gruppi di battaglia nella parte orientale dell’alleanza fino ai livelli di brigata.

“Aumenteremo il numero di forze ad alta prontezza a ben oltre 300.000”, ha detto il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg, in una conferenza stampa a Bruxelles.

- Advertisement -

Ciò include “equipaggiamento più preposizionato e scorte di rifornimenti militari; capacità più avanzate, come la difesa aerea; comando e controllo rafforzati e piani di difesa aggiornati con forze preassegnate per difendere specifici alleati”, ha aggiunto Stoltenberg.

La NATO Response Force comprende circa 40.000 soldati, secondo il sito web della NATO.

“Queste truppe si eserciteranno insieme alle forze di difesa interne. E acquisiranno familiarità con il terreno locale, le strutture e le nostre nuove scorte preposizionate in modo che possano rispondere senza intoppi e rapidamente a qualsiasi emergenza”, ha continuato Stoltenberg, sottolineando che “questo costituisce la più grande revisione della nostra deterrenza e difesa collettiva dalla Guerra Fredda”.

- Advertisement -

“Sono fiducioso che Vladimir Putin capisca le conseguenze di attaccare un Paese Nato, provocherebbe la risposta di tutta l’alleanza: siamo preoccupati per l’aumento delle capacità militari russe a Kaliningrad e lo abbiamo visto per molti anni, anche con armi moderne. La Lituania non fa altro che implementare le sanzioni decise dall’Ue”, ha sottolineato Stoltenberg. “Mi aspetto che gli alleati a Madrid indicheranno la Russia come la principale e la più immediata minaccia per la nostra alleanza”.

Commenti che precedono il vertice della NATO che si terrà a Madrid questa settimana.

Il vertice sarà “trasformativo”, con molte decisioni importanti, tra cui un nuovo “concetto strategico per una nuova realtà di sicurezza”, ha affermato Stoltenberg lunedì, aggiungendo che ciò includerà una discussione sulla Cina “per la prima volta”.

Il nostro nuovo concetto ci guiderà in un’era di competizione strategica. Mi aspetto che chiarirà che gli alleati considerano la Russia la minaccia più significativa e diretta alla nostra sicurezza”, ha affermato Stoltenberg. “Affronterà la Cina per la prima volta. E le sfide che Pechino pone alla nostra sicurezza, ai nostri interessi e ai nostri valori.

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati