Ucraina. L’attacco alla base militare al confine con la Polonia è atto provocatorio e minaccia contro la Nato

- Advertisement -

AgenPress – L’attacco missilistico russo contro una base militare ucraina vicino al confine polacco ieri è stato un tentativo di “minacciare” la Nato.

Ne è convinto il vice ministro degli Esteri polacco Marcin Przydacz.

- Advertisement -

Almeno 35 persone sono morte nell’attacco alla base di addestramento di Yavoriv, ​​a circa 20 km dal confine con la Polonia, membro dell’alleanza militare occidentale.

Per Przydacz l’attacco della Russia è stato “altamente provocatorio”.

“Sapevano sicuramente che questa base militare era collocata molto vicino al confine polacco”.

- Advertisement -

“Quindi ovviamente i russi sapevano cosa stavano colpendo e volevano minacciare la Nato… Volevano inviare un messaggio che minacciava la Nato”.

Przydacz afferma di temere che “il mio paese e molti altri paesi siano in qualche modo in pericolo dal momento che Putin sta cercando di distruggere il mondo in cui viviamo”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati