Ucraina. Lavrov, nostri obiettivi vanno oltre il Donbass. Armi a lungo raggio e nessuna trattiva con Kiev

- Advertisement -

AgenPress –  Gli obiettivi militari russi sono cambiati e non si concentrano più “solo” sull’Ucraina orientale e il Donbass ma riguardano “una serie di altri territori”.

Lo ha annunciato il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov a RT.  “Trattative con Kiev in questo momento non hanno senso”

- Advertisement -

“La geografia ora è diversa. Non ci sono solo le repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk (i territori separatisti nell’Ucraina orientale, ndr), ma anche le regioni di Kherson e Zaporizhia (nel sud) e una serie di altri territori, e questo processo continua, in modo costante e ostinato”, ha aggiunto.

Finché l’Occidente continuerà ad inviare all’Ucraina “armi a raggio sempre più lungo, come i missili Himars”, la Russia sposterà “ancora più lontano gli obiettivi strategici” in Ucraina rispetto alla linea attuale. Lo ha detto il ministro degli Esteri Serghei Lavrov in un’intervista a Russian Today.

“Questo perché – ha aggiunto – non possiamo permettere che in quella parte dell’Ucraina che sarà controllata da Zelensky o chi lo sostituirà, ci siano armi che rappresentano una minaccia diretta al nostro territorio e il territorio di quelle repubbliche (del Donbass, ndr) che hanno dichiarato la loro indipendenza”.

- Advertisement -

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati