Ucraina. Oksana, 23 anni, perde le gambe su una mina “russa”. In ospedale sposa il suo Victor

- Advertisement -

AgenPress – “Ho 23 anni e ho lavorato all’ospedale pediatrico come infermiera nel reparto di neurologia. Ho due figli, un maschio Illia e una femmina Diana, e ho un marito meraviglioso. Probabilmente a causa sua sono ottimista sulla vita e continuo a vivere.
Il 27 marzo ho colpito una mina. Mio marito, il nostro amico ed io stavamo tornando a casa e volevamo prendere come scorciatoia per andare vicino al fiume. Conosco questo sentiero da molto tempo perché ci cammino fin da bambina. Ho camminato un po’ avanti. Ho visto un proiettile sporgere dal terreno. Mi sono girata e ho gridato “Caro, guarda”. Lui mi ha guardato ed io sono saltata in aria”.

E’ il racconto di Oksana, infermiera di Lysychansk di 23 anni che la sera del 27 marzo è saltata su una mina che le ha strappato via dal corpo le gambe e quattro dita della mano sinistra. Stava tornando a casa lungo un percorso familiare, una via della cittadina nella provincia di Lugansk, con il suo compagno Victor rimasto illeso per un vero miracolo. Oksana e Victor, che stanno insieme da 6 anni e hanno due bambini, hanno deciso di sposarsi in ospedale a Leopoli dove lei sta aspettando un intervento di chirurgia protesica.

- Advertisement -

Hanno comprato le fedi nuziali e trovato un vestito bianco, alla torta hanno pensato i volontari. La cerimonia e il rinfresco si sono svolti nel reparto dove lei è ricoverata. Gli sposi hanno postato il video del matrimonio su Telegram, lei con la sua coroncina di fiori rosa, lui con i capelli a spazzola, tra speranza e tristezza.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati