Ucraina, on. Fabrizio Cicchitto: il Copasir audisca Marco Mancini

- Advertisement -

AgenPress. L’articolo di oggi di Torchiaro su Il Riformista solleva questioni molto inquietanti. Solo chi non vuol capire o sapere può pensare che il caso Biot è isolato.

Da anni tutti sanno che l’Italia è una delle principali centrali di spionaggio della Russia: non a caso come ambasciatore c’è un personaggio inquietante come Sergey Razov che combina l’arroganza con la spregiudicatezza e che notoriamente è un punto di riferimento su questo terreno.

- Advertisement -

Nessuno può credere che alle origini del caso Mancini – Renzi ci sia una professoressa che ha filmato i due presa da una singolare curiosità. Il pacchetto “preconfezionato” è stato consegnato al solerte Ranucci.

Adesso sarebbe auspicabile che si facesse luce su tutto questo, anche perché sono molto insistenti le voci secondo le quali negli anni l’Italia è stata allo sbando su questo terreno essendo presidente del consiglio Conte: all’interno dei nostri servizi, da sempre divisi su tendenze diverse, sono stati valorizzati coloro che hanno migliori rapporti con la Russia.

Il Copasir dovrebbe audire tutti gli interessati, in primo luogo Marco Mancini che in quella sede forse potrebbe fare anche dei nomi e dei cognomi.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati