Ucraina. Price. Mosca ha commesso stupri, torture, civili giustiziati insieme alle loro famiglie

- Advertisement -

AgenPress – Gli Stati Uniti,  su richiesta del procuratore generale dell’Ucraina, gli Stati Uniti stanno sostenendo un team multinazionale di procuratori internazionali nella regione per sostenere direttamente gli sforzi dell’Unità per i crimini di guerra del procuratore generale per raccogliere, preservare e analizzare le prove delle atrocità con un’idea per perseguire la responsabilità penale”.

“Stiamo ricevendo notizie credibili di torture, stupri ed esecuzioni di civili con le loro famiglie”,  ha detto il portavoce del dipartimento di Stato americano, Ned Price, in un briefing con la stampa, sottolineando che non si tratta di atti isolati “di soldati canaglia”, ma “parte di una campagna più ampia e preoccupante”. Price ha parlato di “una litania da incubo” che racconta “di mine e trappole esplosive lasciate dalle forze di Putin che si sono ritirate per ferire ancora più civili e rallentare la stabilizzazione e la ripresa delle comunità devastate”.

- Advertisement -

“I responsabili delle atrocità devono essere ritenuti responsabili, così come coloro che li hanno ordinati. Non possono e non agiranno impunemente”, ha aggiunto Price.

Price ha anche affermato che, sulla base dei rapporti che gli Stati Uniti hanno visto, le atrocità “non sono l’atto di un soldato canaglia”, ma piuttosto “parte di una campagna più ampia e preoccupante”.

Ha osservato che “mentre le forze russe si sono ritirate negli ultimi giorni, il mondo è rimasto scioccato dalle immagini terrificanti della brutalità del Cremlino a Bucha e in altre città vicino a Kiev. Civili, molti con le mani legate apparentemente giustiziati per le strade, altri in fosse comuni”.

- Advertisement -

“Stiamo assistendo a notizie credibili di torture, stupri e civili giustiziati insieme alle loro famiglie”, ha affermato. “Ci sono rapporti e immagini di una litania da incubo di atrocità, inclusi rapporti di mine terrestri e trappole esplosive lasciate dalle forze di Putin per ferire ancora più civili e rallentare la stabilizzazione e il recupero delle comunità devastate dopo che hanno fallito nel loro obiettivo e si sono ritirate”.

“In linea con la sua lunga esperienza di accusare gli altri dei propri atti atroci, il Cremlino ha emesso una negazione infondata e spudorata di ciò che tutti possiamo vedere chiaramente a Bucha e in tutte le città liberate dell’oblast di Kiev”.

 

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati