Ucraina. Primo soldato russo a processo per crimini di guerra. Ha sparato alla testa ad un civile

- Advertisement -

AgenPress – Un soldato russo dovrà essere processato oggi per aver ucciso un civile ucraino disarmato, il primo caso di crimine di guerra ad essere portato in tribunale dall’inizio dell’invasione russa.

Il sergente Vadim Shyshimarin è accusato di aver sparato alla testa a un uomo di 62 anni attraverso il finestrino di un’auto nel villaggio nord-orientale di Chupakhivka.

- Advertisement -

Rischia l’ergastolo con le sanzioni previste nella sezione del codice penale ucraino che tratta delle leggi e dei costumi di guerra.

Il suo avvocato, Victor Ovsyanikov, ha affermato che il caso contro di lui è solido, ma la decisione finale su quali prove consentire sarà presa dal tribunale di Kiev, secondo quanto riportato da AP.

L’ufficio del procuratore generale ucraino Iryna Venediktova ha affermato che sta esaminando più di 10.700 potenziali crimini di guerra che coinvolgono più di 600 sospetti , inclusi soldati russi e funzionari governativi.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati