Ucraina. Processo per crimini di guerra. Il soldato russo si è dichiarato “colpevole” di aver ucciso un civile

- Advertisement -

AgenPress – Il processo per crimini di guerra di un soldato russo di 21 anni è stato aggiornato a giovedì perché troppi membri dei media stavano affollando l’aula del tribunale di Kiev.

Vadim Shishimarin è apparso prima del primo processo per crimini di guerra da quando la Russia ha invaso l’Ucraina a febbraio. È accusato di aver ucciso un civile disarmato di 62 anni nella regione ucraina di Sumy, secondo l’ufficio del procuratore generale del paese.

- Advertisement -

Si è dichiarato “pienamente” colpevole.  Shishimarin, che indossava un top grigio-blu con la testa rasata, è stato visto ascoltare il suo interprete ucraino-russo mentre leggeva le accuse. Il suo avvocato difensore Viktor Ovsyannikov sedeva sulla stessa panchina dell’interprete. 

Anche la famiglia della vittima era in aula e doveva testimoniare.

La Russia ha affermato di non avere ancora dettagli sul caso di Shishimarin in Ucraina e di considerare le accuse “inaccettabili”, “oltraggiose” e “messa in scena”, secondo il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

- Advertisement -

“Non abbiamo ancora informazioni su questo caso. E anche la capacità di fornire assistenza è molto limitata a causa dell’assenza della nostra missione diplomatica [in Ucraina]. Ma ancora una volta lo ripeto, non ho alcuna informazione su questo caso”, ha detto Peskov durante la sua conferenza stampa quotidiana mercoledì.

Alla domanda sulla posizione del Cremlino sulle accuse di crimini di guerra presumibilmente commessi dall’esercito russo in Ucraina, Peskov ha detto che le accuse erano “inaccettabili” e ha affermato che la maggior parte erano “incidenti inscenati”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati