Ucraina. Salvini, dialogo via giusta, sinistra parla di armi. Se aspettiamo Pd e M5s pace arriva tra anni

- Advertisement -

AgenPress – “La via del dialogo e della diplomazia per il ritorno alla pace è quella giusta, io continuerò a percorrere a testa alta questa strada, per il bene dell’Italia, e mi spiace che altri soprattutto a sinistra parlino solo di armi e guerra”. Lo dice il leader della Lega, Matteo Salvini dopo le dichiarazioni del vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo, Dmitrij Medvedev.

“Io lavoro per la pace. Siamo al centesimo giorno di guerra, dobbiamo fermarla. Ragionando con tutti. La pace è un’urgenza anche per gli italiani. Lavorare per la pace, costruire la pace, deve essere un dovere di tutti i politici italiani”, ha aggiunto.

- Advertisement -

Salvini si è detto “ancora sconcertato dagli insulti e dalle minacce ricevute, perché ho osato costruire un pezzetto di pace”. 

“Se aspettiamo il Pd o qualcuno dei Cinque Stelle per costruire la pace dovremmo attendere altri anni. E intanto ci saranno altri morti in Ucraina ma, soprattutto, crisi economica, disoccupazione e rincari folli dei prezzi a partire dalla benzina in Italia”.

“Oggi da Mosca – ha aggiunto – arriva la disponibilità al dialogo. Spero che l’Occidente accolga questa disponibilità, altrimenti se qualcuno parla solo di guerra e di armi non fa il bene dell’Italia”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati