Ucraina. Soldati russi intercettati parlano di “stuprare ragazze” e “mangiare cani”

- Advertisement -

AgenPress – I soldati russi in Ucraina parlano di “stuprare ragazze” e “mangiare cani” in orribili clip audio di comunicazioni radio intercettate.

Nell’audio ottenuto dal Servizio di sicurezza ucraino (SSU), i soldati russi possono essere sentiti parlare con nonchalance nella loro lingua madre degli atti vili agli altri alla radio.

- Advertisement -

“Abbiamo tre carri armati qui”, si sente dire un uomo nella prima clip.

“Hanno violentato una ragazza”.

La voce di una donna si interrompe, per chiedere “chi è stato?”

- Advertisement -

“LI tre carristi”, risponde l’uomo. “Aveva 16 anni”.

La donna chiede se sta parlando dei “nostri ragazzi”, a cui l’uomo risponde “sì”.

La donna viene ascoltata imprecare in russo.

La prossima clip audio si apre con una voce maschile che chiede a un altro uomo “stai mangiando bene almeno?”

In risposta, la seconda voce maschile risponde, “non male”.

“Abbiamo avuto Alabay (cane) ieri”.

“Chi?” chiede la prima voce.

“Alabay”, chiarisce il secondo.

Alla domanda “mangi cani o cosa?” il secondo uomo risponde: “Si.Volevamo della carne”.

Questo spinge il primo uomo a chiedere casualmente “perché, non hai niente da mangiare?”

Il suo commilitone spiega che mentre avevano MRE (pasti pronti) a portata di mano, erano “stanchi di loro”.

Poi prosegue spiegando che avevano “eliminato” tutto il pollo e le oche.

La SSU raccoglie fatti sui crimini di guerra russi per conto dell’Aia, tramite chatbot, hotline, app di messaggistica ed e-mail.

Le terribili conversazioni sono state pubblicate dal servizio in mezzo a crescenti dubbi sui negoziati di pace del Cremlino.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati