Ucraina. Soldati russi peggio dell’Isis. Esecuzioni sommarie, stupri e altri crimini di guerra

- Advertisement -

AgenPress  – Human Rights Watch ha documentato diversi casi di forze militari russe che hanno commesso violazioni delle leggi di guerra contro civili nelle aree occupate delle regioni ucraine di Chernihiv, Kharkiv e Kiev

Tra i crimini commessi dai soldati russi, si parla di donne e ragazze stuprate e picchiate. 

- Advertisement -

“I casi che abbiamo documentato rappresentano crudeltà e violenza indicibili e deliberate contro i civili ucraini”, ha affermato Hugh Williamson , direttore di Human Rights Watch per l’Europa e l’Asia centrale. “Stupri, omicidi e altri atti violenti contro persone sotto la custodia delle forze russe dovrebbero essere indagati come crimini di guerra”.

Oggi il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha bollato la Russia “peggio dell’Isis”, accusando gli invasori di aver ucciso “per rabbia e solo perché volevano uccidere”.

Queste sono le ultime di una lunga serie di accuse di crimini di guerra contro le forze di Putin dall’inizio dell’invasione a febbraio.

- Advertisement -

Le truppe russe sono già accusate di aver preso di mira i civili in spietate campagne di bombardamento e di non aver osservato il cessate il fuoco.

Negli ultimi due giorni sono emerse immagini devastanti che mostrano corpi ammucchiati nelle aree occupate dalle forze filo-russe, con molte vittime che si dice abbiano avuto le mani legate quando sono state uccise.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati