Ucraina. Visita di Michel a Odessa. Raid missilistico lo costringe a ripararsi in un rifugio

- Advertisement -

AgenPress –  Durante un incontro con il primo ministro ucraino  il presidente del Consiglio europeo Charles Michel e altri partecipanti “hanno dovuto interrompere la riunione per rifugiarsi mentre i missili colpivano di nuovo la regione di Odesa”.

Il presidente Michel e il primo ministro Denys Shmyhal sono stati raggiunti dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky tramite collegamento video da Kiev e le loro discussioni “si sono concentrate su come l’UE può continuare al meglio sostenere l’Ucraina nell’affrontare le sfide umanitarie, economiche e militari che attualmente devono affrontare”.

- Advertisement -

Parlando a Odesa, Michel ha detto di voler confermare a Zelensky e “a tutte le persone in Ucraina, che il nostro sostegno sarà massimo” e che l’UE “fornirà quanto più possibile” in termini di equipaggiamento militare. 

Ha anche affermato che l’UE si sta coordinando con la comunità internazionale per “mobilitare sostegno finanziario, competenze, affinché tu possa affrontare le sfide umanitarie, essere anche in grado di gestire il paese, e hai bisogno di liquidità e per iniziare la ricostruzione del paese.”

Michel ha aggiunto: “Sappiamo che tu e il popolo ucraino che lottate per la vostra patria, per il futuro dei vostri figli, per le vostre libertà, ma state anche combattendo per i nostri principi, valori, democrazia e diritti democratici europei comuni. Ed ecco perché è nostro dovere morale sostenerti il ​​più possibile”,.

In una dichiarazione video, Zelensky ha ringraziato il presidente del Consiglio europeo per il suo sostegno e per aver dato all’Ucraina “la possibilità di essere uguale nella famiglia dell’Unione europea”.

- Advertisement -

“E in questo momento difficile – del bombardamento e della guerra – la tua posizione coraggiosa ed essere presente di persona, a Odesa, non è solo il benvenuto, ma suscita molta gratitudine”, ha aggiunto il leader ucraino.

 “E’ estremamente importante essere qui. Questa è una giornata simbolica ed è è importante mostrare che non siamo intimiditi da Mosca. La mia presenza qui simboleggia l’incrollabile supporto dell’Ue all’Ucraina. Voglio confermare che offriremo il massimo sostegno a te, alla tua squadra e al popolo ucraino”,  ha detto  Michel parlando, a Odessa, con il presidente Volodymyr Zelensky, collegato in videoconferenza. Quanto agli aiuti finanziari “la conferenza dei donatori di Varsavia di qualche giorno fa è stato un primo passo per la costruzione di un Piano Marshall a sostegno delle vostre iniziative e noi ci coordineremo per mobilitare supporto finanziario, liquidità e competenze”.

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati