Ucraina. Zelensky, i russi hanno lasciato mine antiuomo ovunque. Vogliono utilizzare anche armi chimiche

- Advertisement -

AgenPress – “Gli occupanti hanno lasciato mine dappertutto. Nelle case hanno sequestrato. Solo per le strade, nei campi. Hanno minato le proprietà delle persone, le auto, le porte”.

Lo dice il presidente ucraino Volodymr Zelensky nel suo indirizzo Facebook notturno, aggiungendo che “l’invasione rende la Russia ogni giorno sempre più tossica”.

- Advertisement -

Avverte che “decine se non centinaia di migliaia” di munizioni pericolose sono state lasciate dai russi durante la loro ritirata e che rapporti secondo cui la Russia potrebbe aver intenzione di dispiegare armi chimiche in Ucraina, aggiungendo che stanno prendendo queste preoccupazioni “il più seriamente possibile” e invitando gli ucraini a rafforzare la loro determinazione.

“Il compito chiave sia oggi che ogni giorno in questo momento sono misure difensive concrete”, dice ai cittadini ucraini.

“Un concreto aumento della nostra capacità di respingere qualsiasi attacco delle truppe russe. Mi occupo di questo problema quasi 24 ore su 24”.

- Advertisement -

Dice che le truppe ucraine sono “più coraggiose” delle forze russe e “stanno battendo gli occupanti con saggezza e tattiche ben congegnate”.

Ma dice che l’Ucraina dipende ancora dai suoi partner internazionali per le armi e non ha l’equipaggiamento di cui ha bisogno “in particolare, per sbloccare Mariupol”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati