Ungheria. Orban vince ancora e attacca Zelenky e i burocrati a Bruxelles. Sono i miei avversari

- Advertisement -

AgenPress – Il premier ungherese Viktor Orban, vincitore del suo quarto mandato consecutivo, ha incluso il presidente ucraino Volodymyr Zelensky tra i suoi avversari. Lo scrive il Guardian. Nel suo discorso dopo la vittoria, Orban ha elencato il presidente Zelensky, i “burocrati a Bruxelles”, “l’impero Soros” e i “media internazionali” come suoi “avversari”.

 “Abbiamo vinto contro tutti!”. “Prima l’Ungheria!, ha esultato  Orban, rivendicando di aver vinto “contro tutti”. Questa “nostra quarta vittoria è la più importante, perchè abbiamo conquistato il potere contro un’opposizione che si era alleata, si sono alleati tutti e noi abbiamo vinto contro tutti”.

- Advertisement -

Dalle urne esce anche “un chiaro segnale a Bruxelles”. Il premier ungherese ha definito la sua una “vittoria eccezionale”. Intanto a a Belgrado il presidente Aleksandar Vucic, che ha conquistato un secondo mandato vincendo al primo turno le presidenziali, ha detto che la Serbia intende mantenere buoni rapporti in molti settori con la Federazione russa, ma che proseguirà nella sua politica di neutralità militare.

“Questa nostra quarta vittoria consecutiva è la più importante, perché abbiamo conquistato il potere contro un’opposizione che si era alleata. Si sono alleati tutti e noi abbiamo vinto lo stesso – ha detto trionfando -. Abbiamo vinto anche a livello internazionale contro il globalismo. Contro Soros. Contro i media mainstream europei. E anche contro il presidente ucraino”. “Fidesz rappresenta una forza conservatrice patriottica e cristiana. È il futuro dell’Europa. Prima l’Ungheria!”, ha concluso, riprendendo le famose parole usate da Donald Trump che disse “America first”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati