Usa. Produttore sigarette elettroniche Juul condannata a pagare 22,5 mln di dollari e ritirare pubblicità rivolta ai minorenni

- Advertisement -

AgenPress – Il produttore americano di sigarette elettroniche Juul ha accettato di pagare 22,5 milioni di dollari in una mega causa negli Stati Uniti che lo ha accusato di aver preso di mira gli adolescenti nella sua strategia di marketing. Lo ha annunciato la procura dello stato di Washington. L’azienda non ha ammesso alcun illecito ma ha accettato di limitarne i danni della denuncia e ritirare tutte le pubblicità rivolte ai giovani, anche sui social network.

Si impegna inoltre a lavorare affinché i suoi negozi nello stato di Washington non vendano prodotti a minorenni. L’anno scorso in Arizona, Juul aveva già accettato di dirimere una controversia pagando 14,5 milioni di dollari. E in North Carolina, l’azienda ha pagato 40 milioni di dollari. La società è nel mirino di denunce anche nello stato di New York e California.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati