Zelensky accolto dal Parlamento belga con l’inno ucraino. Nessuno ci aiuta a fermare catastrofe di Mariupol

- Advertisement -

AgenPress –  “La pace è più preziosa dei diamanti e delle navi russe nei vostri porti”. Lo ha detto questo pomeriggio il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in collegamento video con il Parlamento belga, nel suo 17° parlamento internazionale entro la fine di oggi nel tentativo di raccogliere sostegno durante l’invasione russa dell’Ucraina.

“La battaglia di Mariupol è sicuramente peggiore della battaglia di Ypres”.

- Advertisement -

Dopo un’introduzione del presidente della Camera belga Eliane Tillieux, l’inno nazionale ucraino è stato suonato dal vivo da un violoncellista e un violinista per accogliere l’intervento del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Il presidente si è alzato in piedi nel suo ufficio con la mano sul cuore.

Definito dal primo ministro australiano Scott Morrison come un “leone della democrazia”, ​​Zelensky si è rivolto anche a tre istituzioni multilaterali – il Consiglio europeo, il G7 e la NATO – e durante il fine settimana ha parlato virtualmente al Forum di Doha.

Zelensky si è rivolto per la prima volta virtualmente al Parlamento europeo il 1 marzo e giovedì si rivolgerà alle sessioni speciali dei parlamenti australiano, olandese e belga.

- Advertisement -

Il suo secondo discorso è stato al parlamento del Regno Unito l’8 marzo, con successivi discorsi ogni pochi giorni ai governi dei seguenti paesi: Polonia, Canada, Stati Uniti, Germania, Svizzera, Israele, Italia, Francia, Giappone, Svezia, Danimarca e Norvegia.

“Marioupol è ancora lì. Nessuno ha abbastanza determinazione per aiutarci a fermare la catastrofe. Chiedo a tutti gli europei che ascoltano: che cosa sperano questi difensori di Mariupol, i difensori di tutti i luoghi dove si combatte? Battaglie non meno terribili della battaglia di Ypres, forse anche peggiore a Mariupol”

“Aiutateci”. Il presidente ha poi chiesto, ancora una volta, l’adesione all’UE: “Fateci avere la possibilità di diventare membri dell’Unione Europea”. E ha ringraziato il Belgio per il supporto all’Ucraina: “Avete accettato più di 30.000 ucraini sul vostro suolo, un Paese nel cuore dell’Europa, siate un esempio per gli altri, per aiutarci a respingere i russi”, ha concluso. L’aula gli ha riservato una standing ovation.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati