Zelensky, l’Africa è “ostaggio” della guerra di Putin. Blocco esportazione ha causato carenza di grano

- Advertisement -

AgenPress – Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha definito l’Africa “un ostaggio” della guerra russa durante un discorso all’Unione africana (UA).

L’invasione della Russia e il suo blocco delle esportazioni di grano dell’Ucraina hanno innescato la carenza di grano e fertilizzanti e hanno messo milioni di persone a rischio di fame.

- Advertisement -

Il presidente della commissione dell’UA ha affermato che c’è “un’urgente necessità di dialogo” per ripristinare la stabilità globale.

I paesi occidentali hanno esortato la Russia a liberare i vasti depositi di grano dell’Ucraina. Il blocco ha fatto salire alle stelle i prezzi dei generi alimentari.

“L’Africa è in realtà un ostaggio… di coloro che hanno scatenato la guerra contro il nostro Stato”, ha affermato Zelensky.

- Advertisement -

Ha detto che il suo governo era impegnato in “negoziati complessi” per sbloccare le riserve di grano intrappolate nei porti ucraini del Mar Nero.

“Questa guerra può sembrare molto distante a te e ai tuoi paesi”, ha detto all’UA. “Ma i prezzi dei generi alimentari che stanno aumentando in modo catastrofico hanno già portato [la guerra] nelle case di milioni di famiglie africane”.

I paesi africani sono stati divisi nella loro risposta alla guerra della Russia in Ucraina. A marzo, 17 paesi africani si sono astenuti in un voto delle Nazioni Unite per condannare l’invasione.

 “La crisi alimentare mondiale “durerà finché la guerra coloniale russa continuerà”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati