Zelensky, Putin trasforma la Russia in Corea del Nord, dove “regna la povertà”. Servono aiuti in Ucraina

- Advertisement -

AgenPress –  La leadership di Mosca sta trasformando la Russia in un Paese isolato come la Corea del Nord, “dove regna la povertà”. Lo afferma il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, ringraziando per l’appoggio internazionale ma chiedendo più aiuti: “Non è solo per l’Ucraina, è per tutta l’Europa”.

“Gli invasori russi non possono conquistarci. Non hanno la forza e lo spirito. Si appoggiano solo alla violenza, al terrore e alle armi”, aggiunge   sottolineando che io corridoi umanitari stanno funzionando, con 12.729 persone evacuate sabato.

- Advertisement -

La Russia sta cercando di creare nuove “pseudo-repubbliche” in Ucraina per spezzare il Paese, prosegue appellandosi  alle regioni dell’Ucraina, compresa Kherson, che è stata catturata dalle forze russe, affinché non ripetano l’esperienza di Donetsk e Luhansk.

“Gli occupanti sul territorio della regione di Kherson stanno cercando di ripetere la triste esperienza della formazione di pseudo-repubbliche. Stanno ricattando i leader locali, mettendo pressione sui deputati, cercando qualcuno da corrompere. Gli invasori russi non possono conquistarci. Non hanno abbastanza forza, non hanno abbastanza spirito. Stanno solo contando sulla violenza, solo sul terrore. Solo sulle armi, che hanno in abbondanza. Ma gli invasori non sono portati per una vita normale. E la gente può sentirsi felice e sognare. Ma sono biologicamente incapaci di rendere la vita normale. Ovunque la Russia sia andata in terra straniera, il sogni sono impossibili”, ha detto Zelensky, tornando a sollecitare gli “alleati e amici” all’estero a “continuare a fare di più per il nostro Paese, per gli ucraini e l’Ucraina, perché non è solo per l’Ucraina ma per tutta l’Europa”. 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati