Zelensky ringrazia Draghi per la “sua forza”. L’Ucraina non è un ponte, è un futuro partner dell’Europa

- Advertisement -

AgenPress –  “L’Italia è al nostro fianco. Grazie mille, signor primo ministro! Grazie per la sua forza, per la sua perseveranza. Grazie per aver dimostrato che i principi delle persone perbene sono davvero il fondamento dell’Europa”.

E’ quanto ha sottolineato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky parlando al Consiglio europeo dopo il sì dell’Ue alla candidatura ucraina. Zelensky ha ringraziato, uno ad uno, tutti e 27 i Paesi membri, secondo quanto si legge nel discorso pubblicato sul sito del governo ucraino.

- Advertisement -

“È ufficialmente riconosciuto che l’Ucraina non è un ponte, non un cuscino tra Occidente e Russia, non un cuscinetto tra Europa e Asia, non una sfera di influenza, non una zona “grigia”, non un territorio di transito. Non il confine tra orchi ed elfi. L’Ucraina è un futuro partner alla pari per almeno 27 paesi dell’Ue. L’Ucraina è candidata all’adesione all’Unione Europea!”

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati