Crisafi (Re Mind): prioritario completare Dl Semplificazioni

266
Paolo Crisafi Presidente Re Mind Filiera Immobiliare

AgenPress. Al termine dei lavori di approfondimento del gruppo di lavoro sulle emergenze nel periodo Covid 19, il presidente di Re Mind ha fatto presente :

“Sono da accogliere positivamente il Fondo per la Tutela, la conservazione e il restauro culturale, immobiliare storico e artistico pubblico, ritenendo che possa essere ancora piu’ performante in applicazione delle buone pratiche e dei protocolli energetico-ambientali (rating system) che vedono Marco Mari, vice presidente Gbc Italia e consigliere delegato alla manifattura immobiliare Re Mind, già rapportarsi con i principali uffici tecnici competenti.

Marco Mari, vice presidente Gbc Italia e consigliere delegato alla manifattura immobiliare Re Mind

Tra le urgenze, è necessario intervenire per perfezionare l’articolo 10 del Dl Semplificazioni, condividendone pienamente l’esigenza di tutela, ma da applicarsi non con “vincoli alla cieca” come sembrerebbe con l’attuale formulazione, ovvero provvedendo ad una mappatura degli immobili che necessitino interventi distinguendoli da quelli con vincoli puntuali o riscontrati nel corso della ricognizione, e coinvolgendo gli operatori e le professioni tecniche al riguardo.

Anche il tema delle locazioni passive della PA necessita di interventi urgenti per rendere energeticamente e ambientalmente piu prestazionali e funzionali gli immobili, dunque piu’ serena la vita di chi li occupa. A tal fine non sarà necessario richiedere al privato di applicare sconti sui canoni qualora tali proventi vengano reinvestiti per l’efficientamento energetico-ambientale e la messa in sicurezza degli immobili e dei relativi impianti.

Al fine di una maggiore garanzia e attrattività per gli investitori nazionali e internazionali, servirà lavorare alla “manutenzione” della normativa specialistica per renderla quantomeno pari a quelle piu’ performanti degli altri Paesi UE, garantendo in tal modo un apporto stabile di capitali su tutto il territorio. Il gruppo di lavoro sta proseguendo l’attività di ascolto per far fronte alle esigenze della filiera in materia di Covid 19”.