Cannabis Light: Comunità Papa Giovanni, lo Stato non faccia soldi sulla pelle dei giovani

218

Agenpress. «Liberalizzare la commercializzazione della cannabis light approvando un sub-emendamento alla Legge Finanziaria, in commissione bilancio, di notte è un atteggiamento ingannevole.

La cannabis crea dipendenza, è dannosa ed il parlare in modo inadeguato di uso ricreativo abbassa la percezione della sua pericolosità».

E’ quanto dichiara Giovanni Paolo Ramonda, Presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII, in merito all’approvazione dell’emendamento che consente la commercializzazione dei prodotti derivati dalla coltivazione della cannabis entro lo 0,5% di Thc.

«Lo Stato non faccia soldi sulla pelle dei giovani» conclude Ramonda.