Rifiuti. Raggi battuta due volte sulla nuova discarica: 12 consiglieri M5s le votano contro

314

Agenpress – L’assemblea capitolina, a maggioranza 5 stelle, ha approvato le mozioni proposte da Pd e Fratelli d’Italia contro la discarica di Monte Carnevale.

Virginia Raggi, messa sotto dalla sua stessa maggioranza al momento del voto di due mozioni ‘gemelle’ di FdI e Pd, approvate con i voti del M5s, la prima con 28 favorevoli, 3 contrari e 3 astenuti, la seconda con 21 favorevoli, 1 contrario e 10 astenuti. Atti che impegnano la sindaca e i suoi assessori a ritirare la delibera di giunta che stabilisce la realizzazione di un impianto di smaltimento dei rifiuti nell’area di Monte Carnevale a Roma ovest, tra Malagrotta e l’autostrada Roma-Civitavecchia, sito non a caso soprannominato “Malagrotta 2”.

I consiglieri di maggioranza, subito dopo il voto, hanno comunque  “ribadito la piena fiducia alla sindaca” a patto però che riveda la delibera che designava l’area a Roma ovest.

Il voto favorevole dei due provvedimenti è arrivato al termine di una giornata nera per la maggioranza capitolina iniziata col presidio in piazza del Campidoglio di centinaia di residenti della Valle Galeria, che per decenni ha ospitato la maxi-discarica di Malagrotta che per quasi 50 anni ha raccolto i rifiuti della Capitale e che venne chiusa sei anni fa dal sindaco Marino. Una delegazione di “no alla discarica” è poi salita nell’aula Giulio Cesare per assistere ai lavori consiliari e ha accolto con applausi ed esultanze il voto dell’assemblea.

 “Vergogna”, “Buffoni” e “No a Malagrotta 2”, sono alcuni degli slogan scritti sui cartelli come anche: “La costituzione italiana tutela il diritto di ogni bambino a vivere in un ambiente salubre”.  “La Valle non si tocca uniti si lotta”, hanno urlato in coro i manifestanti. “50 anni di persecuzioni. Basta discariche solo riqualificazione”, recita un altro striscione. Alla manifestazione hanno partecipato anche anziani e bambini. I più piccoli fanno un girotondo cantando “La discarica non si fa, Virginia ci ascolterà”. Una ragazzina indossa una pettorina con su scritto “Giù le mani dalla nostra salute. Non siamo rifiuti”. Al megafono un uomo ha detto: “Dove sono i principi a 5 stelle?”.