Migranti. Il Viminale autorizza lo sbarco della Alan Kurdi in Sardegna

411

AgenPress – La Alan Kurdi arrivata oggi davanti al porto di Arbatax, in Sardegna ha ottenuto l’ok del Viminale allo sbarco dei migranti a bordo. La nave della Ong tedesca Sea Eye con a bordo 125 persone di cui 87 minori da giorni vagava in cerca di un porto sicuro, con almeno quattro paesi – Germania, Francia, Malta e Italia – che si rimbalzavano le responsabilità.

Da quanto appreso dalla Capitaneria di porto, è stato concesso un “punto di fonda” vicino all’Isolotto d’Ogliastra, per i prossimi 3/4 giorni, per  permettere alla nave di ripararsi dal maltempo in arrivo già da questa notte, con raffiche di maestrale anche a oltre 50 km/h. “La nave tedesca Alan Kurdi ha chiesto di poter sbarcare le persone a bordo e, in considerazione del previsto peggioramento delle condizioni meteo marine, ha inoltre chiesto di ridossarsi nella rada di Arbatax, riparo più vicino alla sua attuale posizione.

Contestualmente all’autorizzazione a tali richieste, è stata avviata la procedura europea di ricollocamento dei 133 migranti soccorsi in mare di cui 125 sono ancora presenti a bordo. L’80% dei migranti soccorsi verrà trasferito in altri Paesi europei”.

E’ quanto si legge nella nota del Viminale. “Roba da matti! La nave Ong tedesca Alan Kurdi, con 125 immigrati clandestini a bordo, era diretta a Marsiglia. La Francia protesta e fa la voce grossa, il governo italiano cede subito ed ecco che la nave si ferma in Sardegna (con buona pace di solidarietà europea, ricollocamenti e aiuti nella difesa delle frontiere esterne)”, il commento del segretario della Lega, Matteo Salvini.