L’ opinione di Roberto Napoletano. Ministro Speranza dica la verità sulla sanità italiana

1310
Roberto Napoletano Direttore del Quotidiano del Sud e l'Altravoce dell'Italia

Agenpress. Cambiare l’Italia non è facile. Ci sono, però, alcuni gattopardismi della storia politica repubblicana che ritenevamo superati per sempre. Non è così e ci rincresce molto doverlo constatare. Il giovane ministro della Sanità, Roberto Speranza, in questi suoi esordi, ci ha profondamente deluso. Parla e disquisisce di superticket, ribadisce che il principio che lo ispira è la progressività, non si sottrae alla demagogia spicciola in chiave personale (“chi come me fa il parlamentare può pagare per una visita specialistica qualcosa in più per un lavoratore”) ma si tiene abilmente lontano da tutto ciò che appartiene alla sua storia politica e rappresenta il cuore del problema sanitario nazionale.

Questo giornale ha detto le cose come stanno, con la forza dei dati comparati sulla ripartizione territoriale della spesa pubblica sanitaria certificati dalla Corte dei Conti, dai bilanci regionali esposti con criteri omogenei e dai conti pubblici territoriali in proporzione alla popolazione. Viene fuori una vergogna senza fine con rapina sistematica di risorse dovute alle Regioni meridionali da parte di quelle settentrionali. Emerge lo scandalo assistenziale di decine di migliaia di addetti amministrativi e paramedici assunti dal Doge veneto Zaia e messi sul conto del bilancio pubblico nazionale a spese dei cittadini campani, calabresi, lucani e così via. Per non parlare del confronto impietoso tra i trasferimenti regalati alla Regione Emilia Romagna e sottratti alla Regione Puglia dove tra aiuti e viaggi della salute ballano sei miliardi l’anno. Ministro, perché non fa sentire la sua voce su questi dati di fatto?

Per leggere la versione  integrale dell’editoriale del direttore Roberto Napoletano clicca qui:

 

https://www.quotidianodelsud.it/laltravocedellitalia/editoriali/2019/10/07/leditoriale-del-direttore-roberto-napoletano-ministro-speranza-dica-la-verita-sulla-sanita-italiana/