Beneventano, scosse di terremoto, gente in strada, chiusi uffici e scuole

186

Agenpress – Sono almeno quattro le scosse di terremoto avvertite intorno tra le 9 e le 10 di lunedì mattina nel Beneventano e che hanno fatto scendere la gente in strada. La prima, alle 9:06, ha avuto magnitudo 3.4; la seconda, due minuti dopo, 3.2. L’epicentro è stato localizzato nella zona di San Leucio del Sannio. Altre due, alle 9:52 e 9:53, di magnitudo 3.0 e 3.4. Disposta la chiusura di istituti scolastici ed edifici pubblici. Non risultano al momento danni.

Le scosse sono state registrate dalle stazioni della Rete Sismica Nazionale, gestita dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv). La prima è avvenuta alla profondità di 17 chilometri, la seconda di 10 chilometri. Tutte sono state avvertite dalla popolazione anche nella città di Benevento. Decine le chiamate ai vigili del fuoco.

Dopo le scosse, il rettore dell’Università del Sannio, Gerardo Canfora, ha deciso di sospendere in via  precauzionale tutte le attività didattiche e amministrative dell’ateneo. Lo stesso provvedimento è stato adottato dal presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, che ha disposto la chiusura degli uffici. Scuole chiuse anche in diversi comuni della Valle Caudina e della Valle Telesina.