Migranti, Tardino (Lega): bene Musumeci, Europa faccia sua parte e convochi Musumeci al Parlamento Ue

326

AgenPress.  “Il Presidente Musumeci è giustamente passato ai fatti, dopo i numerosi appelli rivolti dal Governo regionale e dalla Lega al Governo romano, rimasti inascoltati a causa della deliberata scelta di Conte e Lamorgese di abbandonare la Sicilia a un’invasione senza precedenti. La misura è ormai colma.

Si tratta di un atto necessario, che arriva dopo oltre 17.000 sbarchi illegali, di cui 7.000 dalla Tunisia, per cui sappiamo già non esserci esigenze di protezione internazionale o di asilo, e con zero ricollocamenti europei. Un provvedimento che mira a ricostituire la legalità nel nostro territorio e a tutelare la salute dei cittadini, dinanzi ad un Governo irresponsabile, smentito anche dagli stessi sindaci iscritti ai partiti che sostengono la maggioranza e che non fa gli interessi dei siciliani e degli italiani, ma di chi si arricchisce con il business dell’accoglienza e di chi, in Europa, vuole lasciare la patata bollente dell’immigrazione interamente nelle mani dei paesi di frontiera.

E proprio all’Europa mi rivolgo, perché se Lampedusa e la Sicilia sono le porte dell’Europa intera, l’Ue deve fare la sua parte senza se e senza ma. Si cominci accogliendo la nostra richiesta di convocare il Presidente Musumeci in audizione al Parlamento europeo nel più breve tempo possibile, per discutere delle misure urgenti da adottare per affrontare questa grave minaccia alla salute e alla sicurezza dei nostri cittadini.

Siamo stanchi di ascoltare promesse ipocrite e discorsi falsamente buonisti, Bruxelles ha ricevuto le nostre proposte per fermare questa emergenza, adesso deve passare ai fatti. Musumeci ha il pieno sostegno della Lega, a partire da quello del nostro leader Matteo Salvini, e non ci fermeremo finché l’Europa e il Governo nazionale non si assumeranno le loro responsabilità e troveranno delle soluzioni. In alternativa, vadano a casa per manifesta incapacità”.

Così Annalisa Tardino, europarlamentare Lega e Coordinatrice della Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni per il Gruppo Identità e Democrazia commenta la conferma dell’avvenuta pubblicazione dell’ordinanza con cui il Presidente Musumeci ordina l’immediato sgombero degli hotspot e dei Centri di accoglienza dei migranti collocati nel territorio della Regione Siciliana.