De Cristofaro (MUR): Università hanno superato sfida Lockdown

Gli atenei hanno garantito continuità didattica e sono pronti ad affrontare nuovo anno accademico in sicurezza

288

AgenPress. “Mi sono insediato come Sottosegretario al Ministero dell’Università e della Ricerca solo qualche settimana fa ma in un primo confronto con il ministro Manfredi c’è stato un dato che mi ha colpito particolarmente, ovvero il numero di laureati e di esami sostenuti durante il lockdown che è stato superiore anche rispetto ai numeri dello scorso anno.

I primi risultati incoraggianti li aveva fotografati già Almalaurea nel proprio rapporto presentato a luglio, sottolineando che la maggior parte degli studenti universitari ritiene che l’emergenza vissuta non avrà alcun effetto negativo sul proprio percorso universitario. Tutti segnali che non solo il sistema universitario non si è mai fermato ma che ha retto con successo all’impatto del Covid.

Chi parla di università chiuse, di didattica a distanza fallimentare, di diritto allo studio mancato è evidente che, non solo non conosce la materia, ma vuol speculare a fini elettorali anche sui giovani, senza considerare gli sforzi che tanti di loro hanno fatto in questo periodo e l’impegno del Governo e del Ministero dell’Università affinché nessuno rimanesse indietro. Basti pensare che sul diritto allo studio mai come quest’anno si è investita una quantità di risorse così ingente, ben 300 milioni di euro.

Abbiamo ricevuto tra l’altro un numero maggiore rispetto agli altri anni di richieste di studenti stranieri che scelgono l’Italia per i propri studi universitari. Le università oggi sono pronte alla riapertura, torneranno ad essere una comunità, in assoluta sicurezza. Concentriamoci, a prescindere dall’appartenenza politica, con responsabilità sul futuro del nostro Paese e sul suo rilancio che parte proprio dai giovani e dalle loro competenze”.

E’ quanto dichiara in una nota Giuseppe De Cristofaro, sottosegretario al Ministero dell’Università e alla Ricerca.