L’opinione di Roberto Napoletano. Sanità e Scuola, la politica dello struzzo

232
Roberto Napoletano Direttore del Quotidiano del Sud e l'Altravoce dell'Italia

Siamo stati bravi nella prima fase perché siamo rimasti chiusi in casa. Poi abbiamo avuto sei mesi per prepararci alla seconda ondata e non abbiamo fatto niente per sistemare la sanità e per mettere in sicurezza la ripartenza delle scuole. E c’è la Campania che va a mani nude incontro alla nuova “carneficina” da Covid, con un governatore che ha pensato solo allo show mediatico


AgenPress. Siamo al redde rationem e dobbiamo constatare che nemmeno la Pandemia globale e il nuovo ’29 mondiale hanno cambiato le cose. Non si vuole prendere atto che le Italie della sanità e della scuola sono almeno due e neppure in questo caso è scattata la solidarietà.

Siamo stati bravi nella prima fase perché siamo rimasti chiusi in casa. Abbiamo adottato un sistema semplice e abbiamo eliminato il problema. Poi, niente.

Per leggere la versione integrale dell’editoriale del direttore Roberto Napoletano clicca qui:

https://www.quotidianodelsud.it/laltravoce-dellitalia/gli-editoriali/2020/10/16/leditoriale-di-roberto-napoletano-laltravoce-dellitalia-sanita-e-scuola-la-politica-dello-struzzo/