G7. Biden e Zelensky firmano un accordo di difesa di 10 anni. La faccia di questa guerra malvagia è Putin

- Advertisement -
- Advertisement -
AgenPress – Il presidente americano Joe Biden e il presidente ucraino Volodymyr Zelensky hanno firmato giovedì un accordo bilaterale di sicurezza decennale volto a rafforzare la difesa dell’Ucraina contro gli invasori russi e ad avvicinare l’Ucraina all’adesione alla NATO.
L’accordo, firmato a margine del vertice del G7 in Italia, mira a impegnare le future amministrazioni statunitensi a sostenere l’Ucraina, anche se l’ex presidente Donald Trump vincesse le elezioni di novembre.
“Il nostro obiettivo è rafforzare le credibili capacità di difesa e deterrenza dell’Ucraina a lungo termine”, ha detto Biden in una conferenza stampa congiunta con Zelenskiy.
Ha detto che il messaggio del G7 al presidente russo Vladimir Putin è “Non puoi aspettarci che finisca. Non puoi dividerci”.
Il gruppo di nazioni ricche ha inoltre concordato un prestito di 50 miliardi di dollari per l’Ucraina, garantito dai profitti derivanti dai beni russi congelati.
Secondo il testo, l’accordo sulla sicurezza tra Stati Uniti e Ucraina costituisce un quadro per uno sforzo a lungo termine volto a contribuire allo sviluppo delle obsolete forze armate ucraine e fungere da passo verso l’eventuale adesione dell’Ucraina alla NATO.
Il presidente ucraino ha definito l’accordo storico, affermando che costituisce un ponte verso l’eventuale adesione del suo paese alla NATO. “Si tratta di un accordo sulla sicurezza e quindi sulla protezione della vita umana”.
Zelensky ha cercato a lungo l’adesione alla NATO, ma gli alleati si sono fermati prima di fare quel passo. L’ alleanza occidentale considera qualsiasi attacco lanciato contro uno dei suoi 32 membri come un attacco contro tutti ai sensi della clausola dell’Articolo Cinque.
In caso di attacco armato o minaccia di simile contro l’Ucraina, i massimi funzionari statunitensi e ucraini si incontreranno entro 24 ore per consultarsi su una risposta e determinare quali ulteriori esigenze di difesa sono necessarie per l’Ucraina, si legge nell’accordo.
In base all’accordo, gli Stati Uniti ribadiscono il proprio sostegno alla difesa dell’Ucraina della propria sovranità e integrità territoriale, nel contesto di una rinnovata spinta della Russia sul fronte orientale dell’Ucraina.
“Per garantire la sicurezza dell’Ucraina, entrambe le parti riconoscono che l’Ucraina ha bisogno di una forza militare significativa, di solide capacità e di investimenti sostenuti nella sua base industriale di difesa che siano coerenti con gli standard dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO),” si legge nel testo dell’accordo.
Gli Stati Uniti intendono fornire materiale a lungo termine, formazione e consulenza, sostegno, intelligence, sicurezza, difesa industriale, istituzionale e altro sostegno per sviluppare forze di sicurezza e di difesa ucraine che siano in grado di difendere un’Ucraina sovrana, indipendente e democratica. e scoraggiare future aggressioni.
“Questa è stata una guerra malvagia e la faccia di questa guerra (ANSA) – BARI, 13 GIU – “La giornata di oggi è davvero storica”.
“Questo accordo dichiara con chiarezza che gli sforzi degli Usa per il sostegno dell’Ucraina sono indirizzati alla vittoria”, ha detto Zelensky, sottolineando alcuni aspetti dell’accordo, che in generale “riguarda la vita quotidiana dei nostri cittadini”.
 “Quanto dureranno i nuovi fondi? Non lo sappiamo. Senza questi aiuti forse non saremmo andati avanti a lungo”, ha aggiunto  rivolgendo un appello di unità all’Europa e alla comunità internazionale. Unità che sarà “influenzata dalle elezioni” prossime – in Europa e in Usa – “ma dobbiamo salvaguardare l’integrità del mondo democratico”.
 Il presidente cinese Xi Jinping “mi ha dato la sua parola” che non venderà armi alla Russia.  “Ho avuto un colloquio telefonico con il leader della Cina. Ha detto che non venderà armi alla Russia. Vedremo”.
- Advertisement -

Potrebbe Interessarti

- Advertisement -

Ultime Notizie

- Advertisement -