Morte Davide Rossi. Lo sconcerto della moglie. “Poteva essere salvato ma nessuno ha fatto niente”

- Advertisement -

AgenPress – “David poteva essere salvato ma nessuno ha fatto niente. Si sono trincerati tutti dietro a chissà quale paura. Sono sconcertata da quello che ho ascoltato. L’aver reso pubblico che c’è un secondo video  con due dipendenti di Mps che escono da lavoro con Davide agonizzante che non solo non intervengono, quando era impossibile non vederlo, ma nemmeno si presentano in procura, è gravissimo”.

Così Antonella Tognazzi vedova di David Rossi  commenta la super perizia sulla morte dell’ex capo comunicazione di Mps, morto la sera del 6 marzo 2013 precipitando dalla finestra del suo ufficio.

- Advertisement -

“Le dichiarazioni dei carabinieri sono il copia e incolla dell’archiviazione.   “I periti hanno dato la loro versione dei fatti che non è verità assoluta. Anche i medici legali erano in grossa difficoltà a spiegare le ferite. C’è una nostra perizia che evidenzia come nella lacerazione al fegato c’è un livido esterno a forma di pungo. Il nostro legale farà le sue mosse e chiederà che i nostri periti vengano sentiti in commissione”.

“Ringrazio il presidente Zanettin e la commissione – ha concluso la donna – perché sono alla ricerca di una risposta veritiera a 360 gradi”.

 “Si mettano d’accordo. Prima si parla della rotazione del corpo, poi ora si sostiene la precipitazione a candela. Vorrei ricordare che in passato sono state scambiati dei licheni per impronte delle scarpe”, ha invece dichiarato Ranieri Rossi, fratello di David che ha aggiunto: “Magari in questo momento c’è qualcuno che starà festeggiando. Io non ho mai visto in casi analoghi tutta questa voglia di sostenere un’ipotesi del genere” riferendosi a quanto affermato dai carabinieri del Ris rispetto alla compatibilità della caduta con l’ipotesi del suicidio.

- Advertisement -

Rispetto a quanto annunciato dal presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta Pierantonio Zanettin di trasferire gli atti alle procure di Siena e Genova ha aggiunto: “Non ho molta fiducia. Hanno già indagato e sappiamo tutti come è andata. Se ci fosse la possibilità, sarebbe bene rivolgersi altrove”.

“Al tempo ci fu detto che in banca a quell’ora non c’era nessuno. La cosa più grave è che quel video fu primo acquisito e poi cancellato” le parole poi di Carolina Orlandi, figlia di Antonella Tognazzi, moglie di David Rossi. Gli elementi emersi dalle relazioni dei carabinieri l’hanno lasciata “senza parole”. “Da una parte i carabinieri sostengono la tesi del suicidio, mentre i medici legali vanno in direzione opposta, perché è stato confermato che i segni che ha sul viso non sono compatibili con la caduta, ma fanno pensare a una colluttazione quando ancora si trovava in banca” .

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati