Dati Covid in tempo Reale

All countries
179,970,474
Confermati
Updated on 23 June 2021 10:29
All countries
163,018,228
Ricoverati
Updated on 23 June 2021 10:29
All countries
3,899,151
Morti
Updated on 23 June 2021 10:29

Uccise la moglie a bastonate. Cassazione conferma ergastolo per Matteo Cagnoni

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress –  E’ stata confermata dalla Cassazione la condanna all’ergastolo per il dermatologo Matteo Cagnoni (55 anni) per aver ucciso a bastonate – con l’aggravante della premeditazione e della crudeltà – la moglie Giulia Ballestri di 39 anni che voleva separarsi da lui. La vittima – madre dei tre figli minorenni della coppia – fu lasciata agonizzante nel buio. Il delitto è avvenuto a Ravenna il 16 settembre del 2016 in una villa di famiglia da tempo disabitata. Convalidato il verdetto emesso dalla Corte di Assise di Appello di Bologna il 26 settembre 2019.

Secondo i giudici di merito, Cagnoni ha una “personalità fortemente narcisistica, molto legato al suo apparire perfetto nella società altolocata” di Ravenna, città della quale era originaria la sua famiglia anche se lui era fiorentino. Quando la moglie “manifesta l’intenzione di separarsi” – hanno scritto nel loro verdetto i magistrati della Corte di Assise di Appello di Bologna – lui decide di “cancellarla dalla faccia della terra piuttosto che lasciarla andare”.

Di recente, tramite la mediazione del padre dell’imputato, il 90enne Mario Cagnoni, un tempo primario dell’ospedale Careggi di Firenze, le parti civili hanno ricevuto un risarcimento di 4milioni di euro, dopo che la magistratura aveva messo sotto sequestro tutte le quote immobiliari dei beni di Matteo Cagnoni.

Così i familiari di Giulia Ballestri – i genitori, il fratello e i tre figli minori – hanno revocato la costituzione di parte civile insieme al Comune di Ravenna e a tre associazioni che si battono contro la violenza di genere.

Altre News

Articoli Correlati