Dati Covid in tempo Reale

All countries
227,966,138
Confermati
Updated on 17 September 2021 14:01
All countries
202,935,085
Ricoverati
Updated on 17 September 2021 14:01
All countries
4,686,633
Morti
Updated on 17 September 2021 14:01

11 settembre. Fbi declassifica primo documento su indagini. Sospetti su “pista saudita”

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – Il Federal Bureau of Investigation sabato ha rilasciato il primo di quelli che dovrebbero essere diversi documenti relativi alla sua indagine sugli attacchi terroristici dell’11 settembre e al sospetto sostegno del governo saudita ai dirottatori, a seguito di un ordine esecutivo del presidente Joe Biden.

Il documento appena declassificato, che risale al 2016, fornisce dettagli sul lavoro dell’FBI per indagare sul presunto supporto logistico che un funzionario consolare saudita e un sospetto agente dell’intelligence saudita a Los Angeles hanno fornito ad almeno due degli uomini che hanno dirottato gli aerei l’11 settembre. , 2001.
Il documento, pubblicato nel 20° anniversario degli attentati mortali, contiene ancora importanti revisioni.
Descrive in dettaglio molteplici connessioni e testimonianze che hanno spinto l’FBI a sospettare di Omar al-Bayoumi, che presumibilmente era uno studente saudita a Los Angeles, ma che l’FBI sospettava essere un agente dell’intelligence saudita. Il documento dell’FBI lo descrive come profondamente coinvolto nel fornire “assistenza di viaggio, alloggio e finanziamento” per aiutare i due dirottatori.
Un gruppo di familiari e sopravvissuti agli attacchi dell’11 settembre ha affermato che il rapporto pubblicato sabato sera “mette a tacere ogni dubbio sulla complicità saudita negli attacchi”.
“Anche con lo sfortunato numero di revisioni, il rapporto contiene una serie di nuove rivelazioni bomba, che coinvolgono numerosi funzionari del governo saudita, in uno sforzo coordinato per mobilitare una rete di supporto essenziale per i primi dirottatori dell’11 settembre, Nawaf al Hazmi e Khalid al Mihdhar”, ha dichiarato in un comunicato le Famiglie Unite dell’11 settembre.
 “La gamma di contatti in momenti critici tra questi funzionari del governo saudita, al-Qaeda e i dirottatori è sbalorditiva”.
Il governo saudita ha negato qualsiasi coinvolgimento del governo negli attacchi. Ma le accuse di complicità del governo saudita sono state a lungo oggetto di controversie a Washington.
Quindici dei 19 terroristi di al Qaeda che hanno dirottato quattro aerei l’11 settembre 2001, erano cittadini sauditi.
L’ambasciata saudita a Washington, DC, in precedenza aveva dichiarato mercoledì che “accoglie con favore il rilascio” dei documenti dell’FBI e che “qualsiasi accusa che l’Arabia Saudita sia complice negli attacchi dell’11 settembre è categoricamente falsa”.
La Commissione sull’11 settembre istituita dal Congresso ha affermato nel 2004 di non aver trovato “nessuna prova che il governo saudita come istituzione o alti funzionari sauditi abbia finanziato individualmente” al Qaeda, sebbene da allora un certo numero di membri della commissione abbia affermato, anche in dichiarazioni che erano presentato come parte della causa, che la revisione non includeva un’indagine esaustiva sulle prove di un possibile coinvolgimento del governo saudita.
L’ordine esecutivo di Biden è arrivato dopo che più di 1.600 persone colpite dagli attacchi hanno inviato a Biden una lettera chiedendogli di astenersi dall’andare a Ground Zero a New York per celebrare il 20° anniversario a meno che non rilasciasse le informazioni. La lettera metteva in parte in discussione il ruolo dell’Arabia Saudita , suggerendo che membri del governo saudita fossero stati coinvolti nel “sostenere gli attacchi”.
Poco dopo la lettera, il Dipartimento di Giustizia ha annunciato che avrebbe riesaminato le informazioni oi documenti precedentemente trattenuti relativi agli attacchi dell’11 settembre 2001 che possono rivelare al pubblico.
Un portavoce del Dipartimento di Giustizia ha dichiarato ad agosto che il governo ha informato un tribunale federale di Manhattan che l’FBI aveva recentemente chiuso un’indagine relativa ad alcuni dirottatori dell’11 settembre.

Altre News

Articoli Correlati