Firenze. Giannelli (FI) rilancia le proposte per il contrasto all’uso di droghe ed alcool

264
Giampaolo Giannelli, Vicecoordinatore provinciale Forza Italia

Agenpress – “Negli ultimi giorni, gli uomini del nucleo Carabinieri del Comando Provinciale hanno effettuato una serie di servizi nel settore del controllo alla circolazione stradale, all’esito dei quali hanno denunciato a piede libero diverse persone in quanto sorprese alla guida con tasso alcolemico superiore al limite consentito per legge, nonché segnalato amministrativamente altre per uso personale di stupefacenti (art. 75 DPR 309/90)”.

Così Giampaolo Giannelli, Vicecoordinatore provinciale Forza Italia. “Ringraziamo vivamente le forze dell’ordine per il loro pronto ed efficace operato; ma questo, da solo, non basta.

Nello specifico, in Mugello, negli ultimi tempi si sono registrati nuovi allarmanti fenomeni di consumo di eroina, (oltre ai consueti hashish e cocaina) un tipo di stupefacente che richiama alla memoria i dati tragici degli anni 80, mentre tra i giovanissimi, ragazze in particolare, si è notevolmente abbassata l’età di abuso di sostanze alcoliche, nonché l’assunzione del primo spinello.

Certo, sentenze come quella recente della Cassazione sulla depenalizzazione della coltivazione della Cannabis in ambito domestico e per impiego individuale non aiutano anzi. Abbiamo già visto purtroppo nuove aperture a Firenze di negozi aventi ad oggetto la cannabis, ma sicuramente occorre andare più in profondità.

Ed al plauso per l’attività repressiva occorre accompagnare una serie di proposte concrete, tese a capire l’origine di queste problematiche, che riguardano tanto giovanissimi che adulti.

Sono indispensabili quindi attività fatte di concerto con la scuola, di prevenzione mirata fin dalle fasce più giovani di età. Suggeriamo inoltre all’unione dei Comuni di ripristinare attività del passato, che avevano avuto ricadute molto positive, che permettevano ai giovanissimi di aprirsi e parlare dei loro problemi (come il progetto Bus in piazza, o il tutor), visto che ovviamente per un giovane è molto più facile parlare con un “quasi coetaneo” dei suoi problemi.

Chiediamo inoltre che venga esteso anche in Mugello e Val di Sieve il “tavolo per il contrasto all’uso delle droghe”, strumento importante istituito c/o la Prefettura dal prefetto Laura Lega.

Condividiamo pienamente le parole del Prefetto: ”soprattutto gli adolescenti non avvertono la percezione di un reale pericolo. Per questo dobbiamo intervenire in maniera diversa sui ragazzi e sulle loro famiglie, trovare quegli elementi che possano catalizzare concretamente la loro attenzione”.

Il tavolo quindi svolge un ruolo fondamentale che per adesso riguarda solo la Città Metropolitana, coi comuni di Firenze, Campi Bisenzio, Empoli, Figline e Incisa Valdarno, Scandicci e Sesto Fiorentino.

Il tavolo è istituito tra i vertici delle Magistrature e delle Forze dell’Ordine, Ufficio Scolastico Provinciale, il Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze dell’Azienda USL Toscana Centro, gli Ordini Professionali dei Medici, dei Farmacisti, degli Assistenti Sociali e i rappresentanti del mondo della scuola e alcuni tossicologi.

Lo riteniamo uno strumento formidabile di prevenzione, pianificazione, contrasto ai fenomeni di consumo di droghe e abuso di alcool; ne proponiamo quindi l’estensione territoriale e l’applicazione anche alla lotta all’alcolismo, oltre che alle droghe”.