Polemica Barbara D’Urso. Lettera Aperta

1068

Agenpress. Cara redazione,
Qui non si mette in croce la preghiera della D’Urso con Salvini, ma si giudica il comportamento che ha nei confronti degli ospiti, delle persone che invita! È stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, è attrice dalla nascita.

Una conduttrice per bene non mette in mostra se stessa ma mette in mostra i propri ospiti. Non è l’unica che fa tv spazzatura, ma chissà perché è la più criticata, la più “odiata”?

Forse perché l’italiano medio (che non è stupido) si è stancato di sentire le solite cavolate della regina di Mediaset! Sostengo la tesi che sia solo questione di audience, di quantità non di qualità.

Sostengo pure da credente che la preghiera sia una cosa intima di culto, fatta in Chiesa o a casa propria, no su un set da cinema o ripreso da telecamere, per questo c’è già Rai uno la domenica mattina.

Mi piacerebbe vedere che voi giornali diciate la verità schietta appoggiando quei 400mila che dicono insieme di dire basta a questo scempio di basso livello. Poi che sia la gallina dalle uova d’oro questo è poco ma sicuro, ma quando morì Sansone gli andarono dietro tutti i filistei!

La petizione non è a pagamento, ma solo per chi vuole ed esistono petizioni più serie di questa, ma a quanto pare la D’Urso ha stancato più del virus.

Alex Della Vittoria