Sicurezza lavoro: ANIP-Confindustria. Evitiamo errori fase 1. Tutelare addetti che operano nella sanificazione del Paese

571

Agenpress – “Mai come in questo periodo, mobilitarsi per tutelare la salute e la sicurezza sui posti di lavoro assume un significato profondo e imprescindibile. Come espressione di un comparto economico dove le operaie e gli operai svolgono un ruolo importantissimo per la difesa contro il coronavirus, vogliamo ringraziare tutti gli addetti che da settimane operano senza sosta per garantire igiene, pulizia e sanificazione degli ambienti, in particolare quelli dove più alto è il rischio infettivo.

Non smettiamo di insistere, però, sulla necessità di non lasciare sguarnite le nostre aziende di dispositivi di protezione individuale. Si tratta di presidi a difesa dei nostri lavoratori ed a garanzia della loro salute e di chi frequenta ambienti sanificati: nel momento della ripresa vera, occorrerà un numero ingente di mascherine e tamponi, ma temiamo che senza una garanzia sull’approvvigionamento per il nostro settore, il Paese si ritroverà a fare i conti con un grande disagio e con la nostra impossibilità di operare in sicurezza.

Facciamo tesoro degli errori commessi nella fase e che vadano di pari passo salute, tutela dell’economia e della ripresa sociale del Paese.” Lo dichiara in una nota il presidente di Anip-Confindustria Lorenzo Mattioli in occasione della giornata mondiale per sicurezza e salute sul lavoro.