Regno Unito. Nate cicogne bianche selvatiche per la prima volta dopo 600 anni

622
Agenpress – Cinque cicogne baby nate nella Knepp Estate nel West Sussex, annunciato il White Stork Project venerdì. Questa è la prima volta in centinaia di anni che i pulcini di cicogna bianca sono nati allo stato brado nel Regno Unito.
 L’ultimo nido di cicogne di cui sappiamo fu nel 1406 nel tetto della cattedrale di St Giles ad Edimburgo in Scozia. L’estinzione delle belle cicogne fu causata dalla perdita di habitat e dalla caccia.
La cicogna femmina, un uccello dalla Polonia e una delle cicogne del progetto, si accoppiò con un maschio che si credeva fosse una delle “20 o più cicogne vagabonde” che visitano il paese ogni anno.
“Dopo aver aspettato 33 giorni per la schiusa di queste uova, è stato estremamente emozionante vedere i segni che il primo uovo si era schiuso il 6 maggio. I genitori hanno lavorato duramente e stanno facendo un lavoro fantastico, soprattutto dopo il loro fallito tentativo dell’anno scorso”. Lucy Groves, responsabile del progetto per il White Stork Project, ha dichiarato in una nota .
“Questi sono i primi giorni per i pulcini e li seguiremo da vicino, ma abbiamo grandi speranze per loro. Questo è solo un passo verso l’insediamento di questa specie nel sud dell’Inghilterra. Potrebbe essere un piccolo passo, ma è eccitante “.
Le cicogne e i loro cinque pulcini sono nidificati in una grande quercia e i genitori, che sono stati molto protettivi, sono stati visti rigurgitare cibo per dar da mangiare ai pulcini.
“Questa straordinaria specie ha davvero catturato l’immaginazione delle persone ed è stato fantastico seguire gli avvistamenti di uccelli del progetto durante il periodo di blocco e ascoltare la gioia e la speranza che hanno portato alle persone”, ha detto Groves.
Il White Stork Project, che mira a ristabilire la specie , è una joint venture tra proprietari terrieri privati ​​e organizzazioni per la conservazione della fauna selvatica.
L’obiettivo è ripristinare una popolazione di almeno 50 coppie di cicogne bianche nell’Inghilterra meridionale entro il 2030.