Coronavirus. Regimenti (Lega): “Regione Lazio dice no a banca del plasma, Zingaretti irresponsabile”

3254

Agenpress. “Dicendo no all’istituzione di una Banca del Plasma iperimmune, il presidente Zingaretti e il suo assessore D’Amato dimostrano tutta la loro irresponsabilità e inadeguatezza nell’affrontare l’emergenza Covid e, in generale, nella gestione della sanità regionale nel Lazio.

La bocciatura, oggi in Consiglio, da parte del Pd e del M5S, che hanno respinto anche la proposta di adozione di un protocollo regionale straordinario semplificato di utilizzo della terapia del plasma iperimmune nelle aziende del Servizio sanitario regionale, suona come una condanna per chi grazie a questa cura potrebbe uscire dal tunnel della malattia e salvare la propria vita. E che gli effetti positivi del plasma, che contiene anticorpi utili contro il coronavirus provenienti dai pazienti guariti al Covid, ci siano, sono cronaca quotidiana, consolidata da ricerche scientifiche qualificate.

Non è un caso se in Italia la mortalità in terapia intensiva sia passata dal 20 al 6 per cento con l’utilizzo del plasma, così come avvenuto negli ospedali di Pavia, Brescia, Bergamo, Mantova e in altri presidi. Ma se in Lombardia e nel Veneto si tratta di una speranza reale, nel Lazio non è così. La scarsa lungimiranza di Zingaretti, però, non può ricadere sul diritto alla salute dei cittadini del Lazio. E’ ora di dire basta a questa politica incapace e dannosa”.

E’ quanto dichiara l’eurodeputata della Lega Luisa Regimenti, medico legale e responsabile della Sanità per il partito nel Lazio.