Hong Kong. Wang (Cina), la legge di sicurezza è a tutela della sovranità nazionale

530
Wang Chen, vicepresidente del Comitato permanente del National People's Congress (NPC)

Agenpress – Un progetto di decisione sull’istituzione e il miglioramento del sistema giuridico e dei meccanismi di applicazione della Regione amministrativa speciale di Hong Kong (HKSAR) per salvaguardare la sicurezza nazionale è stato presentato venerdì al parlamento nazionale cinese per la deliberazione.

Wang Chen, vicepresidente del Comitato permanente del National People’s Congress (NPC), ha spiegato il progetto di decisione alla terza sessione del 13 ° NPC, che si terrà dal 22 al 28 maggio.

Dal ritorno di Hong Kong nella madrepatria, la Cina ha implementato fermamente i principi di “un paese, due sistemi”, “il popolo di Hong Kong che governa Hong Kong” e un alto grado di autonomia, ha detto Wang.

La pratica di “un paese, due sistemi” ha ottenuto un successo senza precedenti a Hong Kong, ha affermato.

Ma i sempre più notevoli rischi per la sicurezza nazionale nell’HKSAR sono diventati un problema rilevante, ha affermato il vicepresidente, citando attività che hanno seriamente messo in discussione la linea di fondo del principio “un paese, due sistemi”, danneggiato lo stato di diritto e minacciato il cittadino sovranità, sicurezza e interessi di sviluppo.

Devono essere prese misure legali e energiche per prevenire, fermare e punire tali attività, ha osservato.

L’articolo 23 della Legge fondamentale dell’HKSAR stabilisce che l’HKSAR emanerà delle leggi per vietare qualsiasi atto di tradimento, secessione, sedizione, sovversione contro il governo popolare centrale o furto di segreti statali, per vietare organizzazioni o organismi politici stranieri dal condurre attività politiche nell’HKSAR e proibire alle organizzazioni o agli organi politici dell’HKSAR di stabilire legami con organizzazioni o organismi politici stranieri.

Più di 20 anni dopo il ritorno di Hong Kong, tuttavia, le leggi pertinenti devono ancora materializzarsi a causa del sabotaggio e dell’ostruzione da parte di coloro che cercano di seminare guai a Hong Kong e in Cina, nonché forze ostili esterne, ha detto Wang.

Considerando la situazione di Hong Kong al momento, è necessario compiere sforzi a livello statale per stabilire e migliorare il sistema giuridico e i meccanismi di applicazione dell’HKSAR per salvaguardare la sicurezza nazionale, per cambiare lo status di “indifeso” a lungo termine nel campo della sicurezza nazionale , Ha detto Wang.

Ciò farà avanzare l’edificio istituzionale per salvaguardare la sicurezza nazionale nel corso della Costituzione cinese e della Legge fondamentale dell’HKSAR, ha affermato.

Ciò rafforzerà anche il lavoro di salvaguardia della sicurezza nazionale e garantirà la crescita costante e duratura della causa di “un paese, due sistemi”, ha aggiunto.

Wang ha elaborato i seguenti principi di base:

– salvaguardare saldamente la sicurezza nazionale;

– Sostenere e migliorare “un paese, due sistemi”;

– aderire al governo di Hong Kong in conformità con la legge;

– opposizione risolutamente opposta;

– salvaguardare sostanzialmente i diritti e gli interessi legittimi dei residenti di Hong Kong;

Il progetto di decisione consiste in un’introduzione e sette articoli, secondo Wang.

L’articolo 1 afferma chiaramente che il paese attuerà senza sosta, pienamente e fedelmente i principi di “un paese, due sistemi”, “il popolo di Hong Kong che governa Hong Kong” e un alto grado di autonomia; sottolinea l’adozione delle misure necessarie per istituire e migliorare il sistema giuridico e i meccanismi di applicazione dell’HKSAR al fine di salvaguardare la sicurezza nazionale, nonché prevenire, arrestare e punire le attività che mettono a rischio la sicurezza nazionale conformemente alla legge;

Le violenze a Hong Kong minano il modus vivendi danneggiano lo stato di diritto e “minacciano la sovranità, la sicurezza e gli interessi di sviluppo della nazione. Dal ritorno di Hong Kong alla Cina ha implementato con fermezza i principi di ‘un Paese, due sistemi’ e del “governo di Hong Kong al popolo di Hong Kong”, rispettando inoltre l’alto grado di autonomia regionale. Tuttavia i sempre maggiori rischi per la sicurezza nazionale delle azioni violente che si sono susseguite per mesi a Hong Kong costituiscono “un problema rilevante”.