Fisco: Librandi, rinvio scadenze a 20 luglio è inutile, serve scadenza a novembre

577

AgenPress. “La pubblicazione odierna in Gazzetta Ufficiale del rinvio dal 30 giugno al 20 luglio delle scadenze fiscali Irpef, Ires e Iva è una piccola boccata d’ossigeno, ma non rappresenterà un aiuto concreto per i contribuenti in difficoltà.

Come si giustifica il fatto che lo scorso anno le scadenze furono prorogate al 30 settembre e quest’anno – in piena crisi pandemica – si fa un rinvio quasi solo simbolico? Chiediamo a gran voce al governo di correggere subito questo errore: noi proponiamo un rinvio al 30 novembre, se il governo dispone 30 settembre lo accettiamo, ma la data del 20 luglio è semplicemente inaccettabile”.

Lo dichiara l’On. Gianfranco Librandi (Italia Viva).