Giulio Regeni. Palazzotto, l’Egitto non ha alcuna intenzione di ricercare la verità

488

Agenpress –  “I magistrati egiziani non hanno nessun interesse nella ricerca della verità. Vedo un altro tentativo indiretto di depistaggio, sono tornati indietro a quando cercavano nel lavoro di Giulio le ragioni della sua morte”.

Così il presidente della Commissione d’inchiesta Regeni e deputato di Leu Erasmo Palazzotto.  “Personalmente ritengo che la famiglia faccia benissimo a chiedere al governo un impegno maggiore, che si tratti dell’ambasciatore o dei rapporti commerciali. Si era tanto detto che avere buone relazioni avrebbe portato dei risultati e invece oggi abbiamo la prova, se ancora ne servisse una, che non è così”, rileva Palazzotto, secondo cui la reazione dura della Farnesina è “un atto dovuto. E’ difficile che il governo regga a questa nuova provocazione egiziana senza prendere una posizione dura”.