ANCoDiS: governare la scuola senza i Collaboratori dei DS e le figure di sistema? Semplicemente impossibile!

1411

AgenPress. Leggere dichiarazioni da parte di un esponente di un partito di maggioranza che riconosce l’importante lavoro svolto dai DS nella gestione dell’emergenza ed in quella relativa alla progettazione ed organizzazione del prossimo anno scolastico senza dare alcun onore e merito a chi è stato e sta al fianco del DS – anche in questo periodo di vacanza – fa male e ci induce a prendere una posizione fondata su una indiscutibile verità: senza i Collaboratori dei DS e le Figure di sistema tutto sarebbe stato e sarà impossibile!

Lo affermiamo da tre anni ed oggi ancora di più: i Collaboratori dei DS hanno una loro identità professionale dichiarata e riconosciuta in tutte le scuole che completa, qualifica ed integra quella del docente curriculare.

A tal fine, al termine di questo straordinario e complicato anno scolastico, Ancodis ha proposto ai Collaboratori del DS l’annuale questionario con tema “Il Collaboratore del DS, risorsa indispensabile per il funzionamento delle Istituzioni scolastiche (…..ma ignorata dai decisori politici e dalle OO.SS.)

Gli esiti del questionario (allegato) dimostrano il ruolo strategico dei Collaboratori del DS e delle Figure di sistema, dal momento che il DS ha oggettive difficoltà a gestire la molteplicità e complessità degli impegni connessi all’esercizio delle proprie funzioni.

Si tratta di docenti che oltre l’attività didattica contribuiscono concretamente a realizzare l’atto di indirizzo elaborato dal DS e grazie al binomio formazione (seppur non obbligatoria!)/professionalità contribuiscono alla realizzazione dell’identità dell’IS sul piano della gestione ed organizzazione di processi e risorse.

In Italia, purtroppo, il middle management scolastico non ha un suo specifico riconoscimento contrattuale, anche se di fatto svolge una funzione chiave in tutte le Istituzioni scolastiche autonome.

Occorre semplicemente farlo emergere e portarlo all’attenzione di chi ha l’onere di prendere le decisioni di ordine giuridico e contrattuale, poiché sembra non meritevole di alcuna forma di attenzione.

E’ il tempo della valorizzazione di figure di governance vitali per la scuola dell’autonomia: l’istituzione stabile e definita di un livello intermedio e di un vicedirigente con specifiche funzioni e poteri gerarchicamente definiti, formalmente strutturata in procedure di reclutamento connesse a processi di formazione, disciplinata nel CCNL di riferimento, rappresenta un necessario ammodernamento del sistema scolastico italiano.

Riconoscere contrattualmente le figure professionali di governance scolastica al fianco del DS e del DSGA significa dare valore ad importanti risorse ed alla loro professionalità che si caratterizza per competenze tecnico-organizzative, di coordinamento, didattiche e metadidattiche, gestionali, relazionali e di conduzione di gruppi di lavoro.

Ancodis annuncia che – se non saranno dati meritata attenzione al ruolo e giusto riconoscimento contrattuale al lavoro svolto per l’intero anno solare da parte dei Collaboratori del Ds e delle Figure di sistema impegnati a diverso titolo nella governance delle loro scuole – sarà attivata ogni forma di protesta fino all’astensione dal servizio nelle prossime settimane fruendo pienamente delle ferie contrattualmente previste (spesso non fruite totalmente)

Non è più il tempo di negare queste verità che forse qualcuno vuol continuare a nascondere!