Palermo. Costa, non è “bomba d’acqua”, ma risposta del Pianeta ai cambiamenti climatici

572
AgenPress – “Quello che è successo a Palermo deve far riflettere.
Molti la chiamano “bomba d’acqua”, io credo, invece, che questi eventi siano la risposta del Pianeta ai cambiamenti climatici.
Ancora oggi c’è chi nega l’esistenza, chi crede che tutto questo sia normale.
No, non lo è”.
Così il ministro Sergio Costa sulla sua pagina Facebook.
“La frequenza con la quale questi eventi stanno capitando non ha precedenti. Assistiamo più volte l’anno a piogge violente come questa: in questo caso addirittura è caduto un metro d’acqua in meno di due ore!
Le città, tutte, devono rendersi conto che non stiamo andando incontro ai cambiamenti climatici, noi ci siamo già dentro, e questi eventi, la loro frequenza, la loro intensità, ne sono la prova. Il lavoro sul contrasto al dissesto idrogeologico deve andare di pari passo con quello per il contrasto ai cambiamenti climatici, altrimenti andrá sempre peggio.
Quello che stanno vivendo in queste ore bambini, anziani, padri e madri palermitani è doloroso.
Le istituzioni stanno mettendo in campo tutte le forze necessarie per ripristinare la normalità. Come Ministro della Repubblica sono in contatto con le autorità locali per monitorare costantemente la situazione e offrire il supporto del ministero dell’ambiente.
Come Sergio Costa non posso che essere al fianco di tutte quelle persone che in queste ore stanno affrontando questo grande dramma”.