Festa del sacrificio. Sigillato un mattatoio, centinaia di ovini pronti ad essere sgozzati

578

AgenPress –  Sigilli a un mattatoio clandestino a Mappano nel quale stavano per essere macellati centinaia di ovini in occasione della Festa del Sacrificio. I carabinieri hanno denunciato il titolare, un imprenditore italiano di 64 anni, per uccisione di animali, ricettazione, abbandono di rifiuti e porto di armi e oggetti atti ad offendere. L’uomo è stato sorpreso mentre macellava gli animali senza alcun rispetto delle norme igienico sanitarie relative alla macellazione e allo smaltimento di anomali morti.

Le indagini dei carabinieri della Compagnia Torino Oltre Dora, in collaborazione con i colleghi del Nas e del Gruppo Forestale, hanno permesso di identificare e denunciare altri 25 maghrebini che, in concorso tra loro, hanno partecipato alla macellazione abusiva di capi di bestiame. Con la stalla sono state sequestrate 26 capre, di cui 2 rubate, 106 pecore, un toro, un asino e una valigetta con all’interno coltelli e forchettoni utilizzati per la mattanza. Sempre in occasione della Festa del Sacrificio, una attività di macellazione clandestina è stata scoperta anche a Buriasco. Venti le persone identificate e quattro quelle denunciate a vario titolo. Undici ovini erano già stati uccisi, gli altri erano in procinto di esserlo.