Referendum, Sandri (DC): “No alla riduzione dei parlamentari”

552

AgenPress. “Al referendum costituzionale voteremo contro l’ipotesi di riduzione del numero dei parlamentari. Il taglio dei rappresentanti di Camera e Senato è una scelta populista figlia di una stagione politica già esaurita alla luce dell’evidente fallimento politico dei grillini, dal Governo a Roma Capitale”.

Lo dichiara, in una nota, il segretario nazionale della Democrazia Cristiana, Angelo Sandri.

“Rivolgiamo – aggiunge Sandri – un accorato appello ai partiti: urge un sussulto di dignità della politica, evitando ancora di rincorrere una demagogia inutile e dannosa che riduce la democrazia e non aiuta il Paese a crescere. Difendiamo il primato della politica e della rappresentanza di tutti i territori del Paese. Per opporci ad un disegno di violenza della democrazia italiana, il 20 e 21 settembre, andiamo tutti al voto per bocciare il taglio dei parlamentari”, conclude il segretario.