Roma. Sidoli (APE), Botticelle con oltre 35°, Raggi non tutela benessere animali

485
AgenPress. “Il Centro Nazionale Meteorologia e Climatologia dell’Aeronautica Militare Italiana con riferimento alla stazione Roma Urbe stimava per oggi, dalle 14 fino alle 17, ben 36 gradi centigradi.
Siamo andati di persona a verificare che venisse rispettato il Regolamento sulla tutela degli animali del Comune di Roma, che esclude ‘in ogni caso l’esercizio qualora la temperatura sia superiore ai 35 gradi centigradi’. Gli equidi sono usciti con 35,7° e hanno iniziato a trasportare i turisti alle 17.30, quando C’erano ben 35 gradi”.
Lo afferma in una nota Rinaldo Sidoli, portavoce di Alleanza Popolare Ecologista (Ape).
“L’ordinanza ‘anti-caldo’ n.131 del 30 giugno 2020 – spiega – presenta all’interno del testo degli errori tecnici. Il sistema di rilevazione della temperatura adottato è inattendibile. Il Comune dovrebbe considerare la temperatura reale nel centro della Capitale, dove si stima almeno una differenza di 5 gradi rispetto al dato ufficiale richiesto. Una modifica del testo tutelerebbe il benessere di questi animali.
Auspichiamo che gli organi preposti incrementino le loro attività di controllo, perché attualmente c’è una totale assenza”. Conclude Sidoli: “ricordiamo che il 18 giugno 2020, il presidente della commissione Ambiente, Daniele Diaco, aveva annunciato pubblicamente che il ‘regolamento sulle botticelle’ era pronto e che sarebbe stato discusso dall’Aula entro la fine di giugno.
Praticamente questi esseri innocenti dovranno soffrire tutta l’estate perché i buontemponi della Giunta grillina hanno rimandato a settembre la discussione sul testo. Dopo oltre quattro anni di promesse per l’abolizione delle carrozze trainate dai cavalli c’è il nulla di fatto”.