Dati Covid in tempo Reale

All countries
347,495,076
Confermati
Updated on 22 January 2022 14:46
All countries
274,757,399
Ricoverati
Updated on 22 January 2022 14:46
All countries
5,605,292
Morti
Updated on 22 January 2022 14:46

Botti. 400 fra cani e gatti morti. Centinaia scappati. Cagnolina torturata con un petardo

- Advertisement -

AgenPress – Notte di San Silvestro terribile per gli animali domestici, spaventati dal fragore dei botti: secondo i primi dati diffusi dall’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente nella notte di Capodanno sono almeno 400 tra cani e gatti morti e centinaia quelli scappati di cui non si conosce ancora la sorte. Molti di essi non torneranno più a casa, come insegna l’esperienza degli anni precedenti. Si tratta di un dato peggiore rispetto a quello dello scorso anno anche se, fanno sapere gli animalisti, è provvisorio. Le regioni con il maggior numero di animali deceduti sarebbero la Calabria e la Sicilia, seguiti da Lombardia e Campania.

Nel notte fra il 2020 e il 2021, nonostante le rigide normative che hanno limitato le attività a causa della pandemia, morirono oltre 360 tra cani e gatti, mentre furono migliaia quelli fuggiti dalla paura. Senza contare l’incalcolabile bilancio delle vittime fra gli animali selvatici.

- Advertisement -

Agli animali morti di spavento per il rumore dei botti si aggiungono quelli uccisi direttamente dagli uomini che con crudeltà utilizzano i petardi per causare ferite letali.

E’ il caso della cagnolina Musetta torturata e uccisa con un petardo il 28 dicembre a Crotone. Sulla vicenda interviene il presidente nazionale dell’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente Lorenzo Croce che, dopo aver inviato un’esposto alla procura della repubblica di Crotone, scrive in una nota: “La morte atroce di Musetta non deve restare impunita, ringrazio le forze dell’ordine che in questi giorni stanno indagando per trovare il responsabile di questo insano gesto.

Purtroppo – conclude il presidente Aidaa – essendo alla vigilia dell’ultimo dell’anno abbiamo una concreta paura che fatti come questo possano nelle prossime giornate ripetersi in tutta la penisola proprio per l’uso indiscriminato di botti proibiti nella notte di San Silvestro, fatto questo che è costato lo scorso anno la vita a 360 tra cani e gatti e a migliaia di volatili uccisi dal rumore dei botti”.

- Advertisement -

Fonte, il Messaggero

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati