Dati Covid in tempo Reale

All countries
262,163,405
Confermati
Updated on 29 November 2021 21:03
All countries
234,968,782
Ricoverati
Updated on 29 November 2021 21:03
All countries
5,221,653
Morti
Updated on 29 November 2021 21:03

Brasile. Rapporto commissione parlamentare accusa Bolsonaro di aver ucciso 600mila persone

- Advertisement -

AgenPress – Il presidente del Brasile dovrebbe essere accusato di una serie di crimini per la sua gestione della pandemia di Covid-19 nel paese, secondo quanto riportato da una bozza di un importante rapporto di inchiesta, durato sei mesi che ha rivelato scandali e corruzione nel governo.

Il presidente Bolsonaro è stato accusato di non aver controllato il virus che ha ucciso più di 600.000 brasiliani.

- Advertisement -

Dopo quasi sei mesi di audizioni frenetiche, con testimonianze emotive e rivelazioni agghiaccianti sugli esperimenti su “cavie umane” con rimedi inefficaci, la CPI, composta da senatori di varie persuasioni politiche, ha rilasciato un rapporto tanto atteso. Il documento di 1.200 pagine sarà letto – probabilmente in una versione abbreviata – dal relatore Renan Calheiros. Ieri sera ha annunciato di aver presentato nove accuse contro Jair Bolsonaro, tra cui “crimini contro l’umanità” e “prevaricazione”.

Le accuse di “omicidio” e “genocidio delle popolazioni indigene” sono state ritirate all’ultimo minuto a causa del dissenso all’interno della CPI. Per la CPI, i crimini citati nel rapporto sono “intenzionali”, poiché il governo Bolsonaro ha deliberatamente deciso di non prendere le misure necessarie per contenere la circolazione del virus.

Si tratta di accuse estremamente gravi, che tuttavia dovrebbero avere un impatto simbolico per il momento, poiché il presidente di estrema destra ha il sostegno del parlamento per evitare l’apertura di una procedura di impeachment.

- Advertisement -

A marzo, ha detto ai brasiliani di “smetterla di piagnucolare. Per quanto tempo continuerai a piangerci sopra?. Per quanto tempo starai a casa e chiuderai tutto? Nessuno può più sopportarlo. Ci rammarichiamo per le morti, ancora una volta, ma abbiamo bisogno di una soluzione”.

La popolarità di Bolsonaro è già stata intaccata dalla pandemia e questo rapporto potrebbe rendergli la vita molto più difficile se vuole candidarsi per un secondo mandato alle elezioni del 2022 in Brasile.

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati